Scoprire la natura: Parco San Bartolo e Grotte di Onferno

Scoprire la natura: Parco San Bartolo e Grotte di Onferno

L’entroterra marchigiano-romagnolo non è solo pieno di castelli, fortezze e rocche, tanti sono gli spazi verdi e le riserve naturali dove concedersi giornate di vero relax tra camminate e nuove scoperte.

Parco Naturale del Monte San Bartolo
Il San Bartolo è uno scrigno pieno di straordinari gioielli, che racchiude ambienti naturali di grande suggestione, oltre ad un importante patrimonio storico, culturale ed archeologico.
Con una superficie di 1600 ettari comprende la dorsale collinare che si estende dal porto di Pesaro fino a Gabicce Mare, il Parco San Bartolo offre la possibilità di passeggiate naturalistiche, jogging o stradine da percorrere in mountain-bike.
Sentieri che permettono di raggiungere scorci fantastici o nicchie incontaminate immerse tra il blu del profondo del mare e le cascate di ginestre in fiore.
Camminare per il Parco è un’esperienza che coinvolge in maniera totalizzante, catturando l’attenzione di chi lo attraversa con le sue vedute, i profumi e i suoni della natura.

Grotte di Onferno
A pochi km dall’affollata costa romagnola, nell’entroterra della Valconca, si trovano la Riserva naturale e le Grotte di Onferno.
Quiete, relax e immersione nella natura sono le caratteristiche principali di questa area. Le grotte ospitano al loro interno colonie di pipistrelli e lungo il percorso si incontrano stanze di diversa grandezza, alcune molto ampie, altre più piccole.
Soffitti e pareti levigati, concrezioni calcaree e scintillanti cristalli di gesso… Assolutamente da non perdere!
Oltre alla visita alle Grotte, con lo stesso biglietto, è possibile visitare anche il Museo Naturalistico e il Giardino Botanico.

Pubblicata il 22/03/2019